Prevenzione

Prevenzione. Questa frase esprime un concetto ormai noto a tutti e applicabile in ogni ambito. In un testo classico della medicina cinese (500 a.c.) si legge:” un medico saggio non tratta solo le persone già ammalate, ma istruisce quelle sane a come fare per non ammalarsi”. E’ in questo senso che si deve intendere l’alleanza terapeutica tra medico e paziente.

Prevenire le malattie del cavo orale presuppone una conoscenza da parte del paziente del ruolo che rivestono i batteri presenti nel cavo orale nel determinare l’insorgenza della carie e della parodontite oltre ai fattori di rischio che possono favorire la comparsa di lesioni precancerose o cancerose nel cavo orale. Conoscendo e rilevando i micro-organismi che minacciano denti e gengive, i luoghi privilegiati in cui si depositano e la loro consistenza, si potranno mettere in atto le manovre corrette di igiene orale per controllare la formazione della placca batterica riducendo i rischi di ammalarsi. Conoscendo i fattori di rischio del tumore della bocca si potranno evitare i comportamenti che possono favorire l’insorgenza di tali pericolose patologie.

Diventa quindi fondamentale per il paziente essere guidato da esperti della prevenzione sulle strategie da adottare quotidianamente e seguire richiami periodici professionali in ambulatorio. Ecco che allora la prevenzione primaria, sul soggetto sano, produce un risparmio economico e biologico a beneficio del paziente.